Skip to content

Anoressia.La malattia dell’anima.

20 gennaio 2011

Questo é un post che c’entra poco col mondo tutto sommato leggero del make up.O forse no, dipende dai punti di vista.Non so se scriverlo o meno, non so neanche esattamente cosa vorrei dire.

Leggendo la notizia del suicidio della mamma di Isabelle Caro ho provato un grande turbamento, pensando al dolore insostenibile di una mamma impotente di fronte alla malattia, e purtroppo alla morte, di una figlia.

Come tutte ricorderete, Isabelle Caro aveva posato per un servizio fotografico nel 2007 davanti all’obbiettivo di Oliviero Toscani, diventando testimonial della lotta contro l’anoressia, malattia di cui soffriva da quando aveva 13 anni.La campagna ebbe un forte impatto mediatico e fu seguita da numerosissime polemiche, tanto che la diffusione delle immagini  shock venne vietata da una pronuncia del giurì.

Isabelle è morta il 17 novembre scorso, a 28 anni, dopo essere stata ricoverata in ospedale per una grave disidratazione.Il 4 gennaio la sua mamma si é tolta la vita, schiacciata dai sensi di colpa.

Penso a tutte le vittime di questo male, alla disperazione e al vuoto in cui si viene risucchiati.

Qualcuno l’ha definita la malattia dell’anima.

Immagino non ci sia altro da aggiungere.

Annunci
10 commenti leave one →
  1. 20 gennaio 2011 14:22

    è proprio vero, è una malattia dell’anima.
    la sto vivendo indirettamente, una persona che conosco soffre di questa malattia e non è veramente facile.
    le persone che stanno accanto a persone che soffrono di questa malattia vengono annientate, non oso immaginare cosa passi per la testa a loro.
    purtroppo se ne parla ancora troppo poco!

  2. 21 gennaio 2011 10:29

    che tristezza,delle vite spezzate per una malattia tanto subdola 😦

    C’è un premio per te sul mio blog!

  3. 21 gennaio 2011 10:41

    grazie per averlo scritto, purtroppo non sono state pubblicizzate queste notizie. Abbiamo dei telegiornali spazzatura e delle rubriche anche peggio, le cose vere e più importanti non vengono mai riportate. Vorrei scrive e un post anche io sull’argomento e vorrei cirati. Passa a trovarmi tra qlc giorno se ti va!

    • Keiko7 permalink*
      21 gennaio 2011 12:24

      Grazie molte.Sono davvero daccordo con te: é tutto cosi generalista, cosi squallido a volte…A me capita di non guardare nemmeno piu’ i tg, i programmi di cosiddetto “approfondimento”.Stiamo assistendo ad un declino vergognoso, che ha avuto apice con la gestione della vicenda di Avetrana e crolla sempre piu’ giu’con tutte le porcherie che ci propinano in questi giorni.

      Credo sarebbe di gran lunga meglio informarsi su questo tipo di problemi, su quali siano le conseguenze, gli aiuti, i meccanismi di certe problematiche ancora sconosciute.
      Ciao e grazie!

  4. 22 gennaio 2011 01:07

    mi farebbe molto piacere se scrivessi anche tu il post sulle cose che ti piacciono di te. L’ho scritto apposta per dare un’input positivo e speravo che qlc lo raccogliesse =) D’altra parte io ho citato iltuo per questa notizia così triste… ho visto che Isabelle Caro ha scritto un libro, ma non so se ho il coraggio di leggerlo… anche se forse è quasi un dovere!

    • Keiko7 permalink*
      22 gennaio 2011 14:06

      E’una storia abbastanza triste…é la sua vita…

      Comunque, appena avro’ un attimo per fermarmi a riflettere lo faro’ di sicuro.L’ho trovato davvero un bel post…Brava, complimenti per l’idea!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: